Le Lettere di Manina Dicembre 2006

Brescia, prima tappa, dove avevano già preparato una magnifica serata e stampato e distribuito i…CALENDARI. E’ stata una bellissima sorpresa! Un’ospitalità fantastica.!! Grazie Amici!!
Poi sono “salita” a Trieste, dove, da sempre,mi aspettano i bambini, le mamme e  le maestre della  scuola materna “Infanzia Tomizza”, (la prima scuola che si è “gemellata” con la mia materna di Nosy Be).
Una visita poi  alla vicina scuola media. Con le prof. abbiamo parlato un po’ con i ragazzi e proiettato un filmino come ogni anno.
Da qui a Palmanova e a Udine dove mi aspettavano parenti ed Amici.

Natale 2006

Carissimi Amici, sono in Italia e vorrei potervi abbracciare tutti. per
sentire ancora più forte, da vicino, il vostro affetto.
Siamo una piccola organizzazione ma, insieme, stiamo facendo cose grandi,
grandi come il vostro cuore. Tornata a Nosy be racconterò
ai Bambini ed a tutti gli altri assistiti, del vostro generoso affetto.
Questo darà loro certezza per l’avvenire.
A tutti voi il merito di donare gioia e serenità a chi vive nella
incertezza e nella miseria.
Un grande “BRAVO” ed un grandissimo “GRAZIE” ad ognuno di voi,
Manina.

Le Lettere di Manina Novembre 2006

Carissimi Amici,
sono passati due anni dalla nascita dell’Associazione” I Bambini di Manina del Madagascar”.
Vi aggiorno brevemente su quanto realizzato finora col vostro contributo.

Per quanto concerne l’istruzione scolastica: 
le scuole in totale sono 152.
100 sono a Nosy Be e 52 alla Grande Terre e accolgono più di 9.000 bambini, felici di andare a scuola. Vi ricordo che sono le uniche a cui tutti i bambini hanno la possibilità di accedere, perché non si paga né l’iscrizione né la retta scolastica ed il materiale didattico viene dato gratuitamente.
Ci lavorano 180 persone tra professori e personale scolastico.
Continua sempre il corso di alfabetizzazione per adulti.
Funziona regolarmente la Biblioteca aperta a tutti, ad Adampy.
Continua il Corso per Elettricisti.

Per quanto concerne l’assistenza sanitaria:
Aperta ad Hell Ville(nello stabile riabilitato della Croce Rossa) una Nursery, dove sono accolti bambini da 6 mesi a due anni.
I dispensari sono diventati 3: uno a Nosy Be, uno a Nosy Faly ed uno alla Grande terre.
In ognuno c’è un medico ed un infermiere che curano e forniscono i medicinali necessari gratuitamente. La visita si paga 20 cent. di euro. Noi paghiamo il medico e l’infermiere, con i soldi delle visite si comprano i medicinali che servono.(Se non sono sufficienti compro in farmacia gli altri, dando anche tutti quelli che mi portano gli Italiani che vengono in vacanza e che passano da me.)
Diamo il latte ogni settimana a 20 bambini, sono quelli che hanno perso la madre in parto o quelli la cui madre non ha il latte. Ai più piccoli il latte in polvere, ad altri il latte concentrato da diluire. Abbiamo così salvato tre piccoli da sicura morte.
I corpi di toilettes pubbliche sono due, uno ad Ambatoloaka, l’altro a Dar es Salam ma ne realizzeremo presto un terzo a Madirokely.

Per quanto concerne l’assistenza sociale:
Il numero degli Indigenti è aumentato.
Sono 186 le persone le persone che ogni mese ricevono 10 kg di riso.
Sono diventate 2 le Case dove sono accolti i vecchi e i paraplegici.
Accogliamo in tutto 18 persone, che ricevono assistenza, vitto ed alloggio.

Riabilitazione del Carcere: 
Fatto un impianto idraulico per portare l’acqua che era assente nel carcere, rifatte le toilettes, ripulito il reparto donne, comprate le stuoie nuove dove dormono i detenuti.
Curati i 52 carcerati colpiti dalla scabbia, portato medicinali e saponi.
Ogni mese 12 sacchi da 50 kg di riso e due volte alla settimana carne o pesce, fagioli…

Riabilitato il campo di Basket.
Abbiamo ormai due squadre di Basket e una di Foot ball. I giocatori sia di Basket che di Foot ball hanno ricevuto, grazie a voi, scarpe nuove (è stato solo difficile trovare il num. 45), maglie, pantaloncini e calzettoni nuovi. (le ho date un po’ a tutti i villaggi)
La nostra squadra, di Basket(Senior), avendo vinto il campionato a Nosy Be, è andato in trasferta nella Grande Terre, dove ha vinto due Coppe, una ad Ambanja ed una a Diego Suarez.
Tutto questo grazie sempre all’aiuto di tutti voi! Un sincero grazie.

Manina e i suoi 9.000 bambini 
https://www.bambinidimanina.net/
www.madagasikara.it/solidarietà.htm
www.globalgeografia.com/africa/isole_nosy_be.htm
email:manina@freenet.mg
Ottobre 2006

Le Lettere di Manina Settembre 2006

Mese di Settembre 

Inaugurazione della nursery
Questo mese abbiamo definitivamente completato i lavori alla nursery e abbiamo potuto ufficialmente inaugurarla, grazie anche ai riconoscimenti delle autorità locali, in particolare del sindaco, soddisfatto per l’importante servizio offerto da questa struttura. E’ la prima nursery di Nosy Be.
Anche la popolazione ha accolto con entusiasmo questa nuovo servizio.. la lista degli iscritti era già al completo il giorno dell’inaugurazione!(40 bambini). La tv malgascia nazionale ha riportato tutto il servizio.

Giornata mondiale dell’alfabetizzazione: 8 settembre
L’8 Settembre abbiamo contribuito ad organizzare la giornata mondiale dell’alfabetizzazione, una data molto cara ai malgasci, che purtroppo conoscono benissimo i disagi legati alla mancata istruzione. Si è svolta ad Ambondrona, nell’ampia area in cui sono concentrate tutte le scuole del villaggio. Erano presenti i bambini delle scuole, gli insegnanti, i miei collaboratori e le autorità locali… tutto si è svolto in un clima di festa generale, in un’atmosfera di familiare condivisione! I bambini hanno concluso con la cerimonia dell’alzabandiera, mentre il sindaco ha sottolineato l’importanza dell’istruzione e di come le nostre scuole abbiano elevato la percentuale di scolarizzazione nell’isola di Noy Be ed anche nella Grande Terre! La tv nazionale malgascia ha riportato il servizio.

Dispensario(Terzo)
Abbiamo reso operativo un altro dispensario in un’area particolarmente isolata e bisognosa, a Nosy Faly, dopo che ho ricevuto la richiesta dai rappresentati dei villaggi in questione. Prima sono venuti per la domanda di apertura di altre scuole vista la carenza di strutture e fondi..(ne abbiamo aperte altre tre!!) Poi mi hanno parlato dell’alta mortalità derivante dalla mancanza di assistenza …. Quindi abbiamo progettato un nuovo dispensario che sarà autogestito Questo metodo ha funzionato benissimo nel secondo dispensario della Grande Terre! Noi provvederemo a pagare mensilmente il medico e porteremo una prima fornitura completa di medicinali. Si pagherà la visita 1000 Ar, (40centesimi di euro), poi il mio responsabile delle scuole di Nosy Faly, con il ricavato delle visite, si occuperà ogni mese dell’ approvvigionamento delle medicine necessarie… un modo per renderli in un secondo momento, completamente autonomi!

Due neonati fuori pericolo!
La lista degli aventi diritto al latte in polvere è aumentata e grazie a questo si è salvato un bambino di appena 4 mesi.ed un altro di 1 mese . Il primo me lo ha portato la madre, perché non potendolo allattare naturalmente e non avendo i soldi necessari per comprargli il latte, per 4 mesi lo aveva cresciuto con infusi, e il suo stato di denutrizione era evidente e avanzato…ma lo straordinario attaccamento alla vita del bimbo e il nostro latte, insieme ai miei continui controlli, lo hanno salvato!! Era già accaduto(vedi wwwglobalgeografia).
L’altro di 1 mese, me l’ha portato la nonna, perchè la mamma era morta da due giorni e lei non sapeva come nutrirlo poi le avevano detto di portarlo da me…

Ristrutturazione della casa degli invalidi e degli anziani
E’ stato ristrutturato lo stabile e il giardino in cui sono accolti gli invalidi e gli anziani. Ho creato delle passerelle per agevolare i movimenti di chi è sulla sedia a rotelle, ho migliorato i servizi igienici portando l’acqua corrente nel bagno, sono state ridipinte le porte, le mura esterne e i muri interni…E sono stata subito ripagata da un abbraccio di nuovi sorrisi!!

Distribuzione del riso ai carcerati, ma……
In accordo con quanto già fatto lo scorso mese ho portato il riso necessario alla nutrizione dei carcerati. Il nuovo responsabile, ringraziandomi per il riso, mi ha molto gentilmente fatto notare che adesso c’era l’acqua, ma….il sapone era finito. Così siamo usciti insieme (con la mia macchina) per comprarlo (io felicissima!). Quando siamo tornati, ho pensato che vicino al riso si poteva aggiungere un pò di carne o di pesce. Così ci siamo seduti nel suo bureau e abbiamo fatto il calcolo di quanto ci volesse, per una sessantina di persone, ogni mese per comprare carne e pesce almeno per due volte la settimana. Gli ho lasciato i soldi e poi siamo tornati nel cortile per annunciare la cosa ai carcerati, che contentissimi mi hanno ringraziato, poi hanno subito deciso per il mercoledì e la domenica!

Un caro abbraccio a tutti voi. Manina
LA REGINA DEI BAMBINI.

Le Lettere di Manina Maggio-Agosto 2006

Carissimi Amici: Riassunto maggio – agosto 2006

Rifacimento del tetto di 5 scuole. Alcune avevano il tetto vecchio da rifare, ma altre addirittura un buco nel tetto e la sera la pioggia bagnava i banchi, ma nessuno diceva niente. Qui tutto è normale! Cis problem!

50 banchi nuovi sostituiti nelle classi. Ho trovato bambini seduti, che scrivevano sulle ginocchia. Nessuna maestra si era preoccupata di avvertire i responsabili. Cis problem!

Aperto un pozzo e costruite due toilettes per la scuola di Ambondrona. Fatto 3 ponticelli per passare sul canale di acqua, che passa davanti alla scuola.

Riabilitazione totale del campo di Basket , il pavimento di cemento, con nuovi pali di sostegno per i cesti, più le panche per gli spettatori.A tra poco l’inaugurazione.

Elettricità al villaggio di Adampy. Erano anni che questo villaggio chiedeva l’elettricità. La Jirama (Enel) chiedeva centinaia di milioni. Mi sono accordata con una Vazha, che aveva già pagato la Jirama (ha voluto 2.000 euro da me) per permettere alla popolazione di collegarsi al suo palo della luce. La Jirama non ha potuto dire niente, perchè è così la legge di qua!! Un grande problema risolto!

Toilettes pubbliche : svuotate fosse settiche sia ad Dar es Salam che ad Ambatoloaka! Aperti vicino alle fosse settiche altridue puisard, ossia altri due pozzi perdenti.Speriamo così di aver risolto per un pò i problemi delle toilettes!!

Visita ai bambini con due oculiste francesi. Una settimana di visite. Appartengono al Rotary.Ora mi hanno scritto dalla Francia, stanno preparando gli occhiali. Torneranno a settembre con gli occhiali. Io nel frattempo continuo a dare gli occhiali da presbite ogni venerdì pomeriggio! (una cinquantina al giorno). Meno male che sono diventata veramente esperta. Le donne infilano l’ago e gli uomini leggono il giornale. Poi.un bellissimo sorriso: ci vedo chiaro!! (in malgascio logicamente!)

Comprato nuovo gruppo elettrogeno per il dispensario. Un nostro socio mi aveva dato in Italia 500 euro per comprare il gruppo. Detto fatto!

Distribuito il 10 maggio il riso a 160 famiglie. Come tutti i mesi abbiamo dato ad ogni indigente 10 chili di riso. Come vedete il numero aumenta sempre! Ma non sapete come sono magri!! E’ veramente una bella cosa pensare che per un po’, possono mangiare! Problema a noi sconosciuto.
Perciò ringrazio veramente ognuno di voi, che col suo contributo mi permette di continuare a fare del bene a questa povera gente!! Il mio affettuoso saluto a tutti voi.
La regina dei bambini.
Manina

 

Le Lettere di Manina Nosy Be, 3 Agosto 2006

Carissimi Amici,

aggiornamento del mese di Luglio.

Visite oculistiche.
Nella prima settimana di Luglio abbiamo iniziato le visite oculistiche.
E’ il secondo anno che da Milano viene una oculista.
Per una buona organizzazione delle visite abbiamo deciso di fare le prenotazioni, dando l’annuncio via radio: 65 persone al giorno, per 6 giorni.
Poichè le persone prenotate provenivano da tutta l’isola abbiamo fatto i primi giorni le visite ad Ambatoloka, a casa mia, e gli altri 3 giorni a Hell Ville, in città. Abbiamo così dato la possibilità a più di 400 persone di avere una seria visita oculistica, hanno inoltre ricevuto gli occhiali sia i miopi che i presbiti, in più sono state somministrate, a chi ne aveva bisogno, le gocce oculari.
Circoncisione.

Da sempre, ovvero dal primo anno che sono venuta qui a Nosy Be, avevo visto i bambini soffrire per la circoncisione.qualcuno anche morire per la conseguente infezione (molte volte era la nonna ad effettuarla con la gillette, altre volte veniva utilizzata la foglia tagliente della canna da zucchero!).
Quest’anno finalmente sono riuscita ad organizzare, con l’approvazione del Sindaco, le circoncisioni al nostro dispensario, col nostro medico e col nostro infermiere, per 10.000 Fmg (circa 80 cent di euro), mentre i medici privati se ne prendono 100.000 Fmg.(una cifra improponibile per la grande maggioranza della popolazione). Anche in questa circostanza abbiamo dato l’annuncio via radio perchè si facessero le prenotazioni per un numero di 40/50 bambini al giorno.
Ho così comprato flaconi e flaconi d anestesia, garze, siringhe,penicillina, antibiotici. (Il medico bravissimo, 10 minuti a bambino)!
Per ora abbiamo effettuato circa 300 circoncisioni. Pensavo che fossero finite, ma ieri il Sindaco mi ha mostrato, con mio grande meraviglia, una risma di fogli con le richieste dei vari capi di villaggi lontanissimi per tante altre circoncisioni. (mi ha chiesto di aiutarlo, gli ho chiesto io un momento di riposo!)
L’organizzazione avverrà nei prossimi giorni di Agosto.Anche perchè abbiamo iniziato la costruzione delle nuove scuole. Saranno come al solito una trentina e forse più poi ve lo saprò dire con precisione.

Riabilitazione della Croce Rossa.
A Hell Ville, la sede della Croce Rossa era in uno stabile decadente senza acqua, senza toilettes, con le mura fatiscenti. Ho accolto così la richiesta di un medico per la riabilitazione dello stabile.
In poco tempo è stato riabilitato l’edificio tramite strutture in cemento armato,sono state ripulite e ridipinte le mura sia interne che esterne, è stato ripristinato l’ingresso, gli scalini e ricostruito il marciapiede circostante. Abbiamo ripristinato la fossa settica e abbiamo quindi potuto fare anche la toilet, abbiamo rifatto l’impianto elettrico e quello idraulico.(v.foto)
Ma il vero miracolo, la solita Provvidenza, è stata che il presidente (anche medico della Croce Rossa) quando ha visto l’edificio così ben ristrutturato, mi ha detto che gli sarebbe piaciuto farvi una nursery.
Non mi è sembrato vero! Il mio sogno di sempre che non sapevo dove realizzare, ora poteva essere realizzato. Ecco perchè ho ristrutturato quel edificio, ho pensato!
Il Presidente mi ha poi confessato che non aveva né idea né i mezzi per realizzarla. L’ ho subito invitato a casa mia l’indomani mattina e poichè avevo già tutto in testa, in un’oretta abbiamo organizzato l’apertura della nursery per Settembre.
I bambini tra gli uno e i due anni e mezzo potranno essere accolti nel numero di 30, i bebè dai sei mesi a un anno nel numero di 12.(dalle 7,00 alle 17,00) Il mio falegname sta già preparando i lettini di legno, gli operai stanno ricostruendo la cucina per la mensa la continuazione.al prossimo aggiornamento!
Un saluto affettuoso a tutti voi.

Manina

Le Lettere di Manina, Maggio – Agosto 2006

Rifacimento del tetto di 5 scuole.Alcune avevano il tetto vecchio da rifare, ma altre addirittura un buco nel tetto e la sera la pioggia bagnava i banchi, ma nessuno diceva niente. Qui tutto è normale! Cis problem!

50 banchi nuovi sostituiti nelle classi.Ho trovato bambini seduti, che scrivevano sulle ginocchia. Nessuna maestra si era preoccupata di avvertire i responsabili. Cis problem!

Aperto un pozzo e costruite due toilettes per la scuola di Ambondrona. Fatto 3 ponticelli per passare sul canale di acqua, che passa davanti alla scuola.

Riabilitazione totale del campo di Basket , il pavimento di cemento, con nuovi pali di sostegno per i cesti, più le panche per gli spettatori.A tra poco l’inaugurazione.

Elettricità al villaggio di Adampy. Erano anni che questo villaggio chiedeva l’elettricità. La Jirama (Enel) chiedeva centinaia di milioni. Mi sono accordata con una Vazha, che aveva già pagato la Jirama (ha voluto 2.000 euro da me) per permettere alla popolazione di collegarsi al suo palo della luce. La Jirama non ha potuto dire niente, perchè è così la legge di qua!! Un grande problema risolto!

Toilettes pubbliche : svuotate fosse settiche sia ad Dar es Salam che ad Ambatoloaka! Aperti vicino alle fosse settiche altridue puisard, ossia altri due pozzi perdenti.Speriamo così di aver risolto per un pò i problemi delle toilettes!!

Visita ai bambini con due oculiste francesi. Una settimana di visite. Appartengono al Rotary.Ora mi hanno scritto dalla Francia, stanno preparando gli occhiali. Torneranno a settembre con gli occhiali. Io nel frattempo continuo a dare gli occhiali da presbite ogni venerdì pomeriggio! (una cinquantina al giorno). Meno male che sono diventata veramente esperta. Le donne infilano l’ago e gli uomini leggono il giornale. Poi.un bellissimo sorriso: ci vedo chiaro!! (in malgascio logicamente!)

Comprato nuovo gruppo elettrogeno per il dispensario. Un nostro socio mi aveva dato in Italia 500 euro per comprare il gruppo. Detto fatto!

Distribuito il 10 maggio il riso a 160 famiglie. Come tutti i mesi abbiamo dato ad ogni indigente 10 chili di riso. Come vedete il numero aumenta sempre! Ma non sapete come sono magri!! E’ veramente una bella cosa pensare che per un po’, possono mangiare! Problema a noi sconosciuto.
Perciò ringrazio veramente ognuno di voi, che col suo contributo mi permette di continuare a fare del bene a questa povera gente!! Il mio affettuoso saluto a tutti voi.
La regina dei bambini,
Manina 

Le Lettere di Manina Nosy Be, 30 Agosto 2006

Carissimi Amici,

aggiornamento del mese di Agosto.
Nursery

Mi è stato ufficialmente concesso di adibire la Croix Rouge, ristrutturata lo scorso mese, a nursery. Così con grande gioia ho completatoi lavori!

Nella sala principale(m.8 per .4)ho fatto decorare (tra la meraviglia generale) le pareti interne con paperi, animaletti, fiori e palme…per creare un’atmosfera allegra per i bambini.
E’ stata allestita una sala interna per i bébé.: è stato creato un piano d’appoggio lungo le tre pareti per appoggiare i materassini dei bambini piccoli, sulla quarta parete è stato installato un grande lavabo per la pulizia dei bebé.
Sono già pronti 30 lettini in legno dipinti di azzurro, completati da graziose lenzuola colorate, gialle e celesti, per quando i più grandicelli(fino a due anni e mezzo), dovranno dormire e tre tavoli bassi (da 10 posti ciascuno), su cui potranno disegnare e mangiare.
Sono state sistemate stuoie a terra per i bambini che gattonano.E’ stata costruita un’ampia cucina per la mensa.
Ho già assunto due donne che lavoreranno nella nursery: due madri “nuove” da Hell Ville, venute da me per il latte che diamo ogni lunedì, ai bambini e in cerca di lavoro.(una ha due gemelli di 5 mesi). Entrambe mi hanno fatto un’ottima impressione per il particolare affetto dimostrato per i figli, ho così proposto loro di portare i piccoli alla nursery e di lavorarci. Non saranno così costrette ad allontanarsi dai piccoli e nello stesso tempo,lavorando, baderanno anche agli altri. Altre 3 donne che già lavoravano per la Croix Rouge conserveranno il loro posto di lavoro.

Riabilitazione carcere

Il procuratore del tribunale di Hell Ville mi ha chiesto tramite il mio capo villaggio se ero disposta ad aiutare i carcerati affetti dalla scabbia. (52 uomini)
Non ho potuto fare a meno di aiutare anche loro, visto che già ne curo tanti e vista la gravità della situazione.
Procuratami i medicinali adatti (sia le lozioni per il corpo chele compresse), saponi e stuoie nuove, accompagnata dalla Vice Procuratrice, sono entrata, dopo pochi giorni nel carcere.
Nel cortile mi aspettavano i 52 carcerati, tutti in fila e sull’attenti, e da un altro lato c’erano le donne, una decina.
La Vice ha detto cosa c’era negli scatoloni, poi mi ha ceduto la parola e così “in malgascio” ho spiegato che per eliminare la scabbia era importante l’igiene, perciò i saponi e le stuoie nuove su cui dormire, poi i medicinali. …poi…. un inaspettato scroscio di applausi ! Non me lo aspettavo!
Ho chiesto allora se avessero qualcosa da dire. Mi hanno così fatto scoprire che all’interno del carcere non c’era l’acqua. Le stesse guardie mi hanno mostrato nell’altro cortile dei vecchi lavatoi in cemento rotti e fuori uso.
Ho continuato la visita nel reparto delle donne, che mi hanno mostrato subito la sporcizia delle pareti, rese nere da anni di incuria. Ho visto che dormivano per terra, alcune su di una stuoia rotta, altre senza nulla edi fianco a una toilette maleodorante e mal funzionante…
Nell’uscire ho promesso loro che avrei fatto le riparazioni l’indomani stesso e ho chiesto se desiderassero ancora qualcosa. Mi hanno chiesto dello zucchero, spiegandomi che mangiavano solo la manioca, ma che senza zucchero era quanto mai acida.
Ho detto alla Vice, che in mattinata stessa avrei portato 10 sacchi di riso (da kg 50) e un sacco di kg25 di zucchero e che poi avrei continuato così ogni 8 del mese.
In una settimana, facendo lavorare gli stessi detenuti, pagati,(mi è venuta l’idea perché il mio responsabile dei lavori non trovava operai che volessero lavorare nel carcere), ho fatto riparare i lavatoi e poi rifatto l’impianto idraulico.
Abbiamo rifatto tutto in cemento: toilette, scalini, pavimento nel reparto donne,(a queste ho portato stuoie e materassi) e ho fatto imbiancare le pareti.
I lavatoi ora sono pieni d’acqua, il riso è distribuito ogni giorno e i carcerati mi hanno fatto su un foglio di quaderno un bel disegno, con 3 carcerati dietro le sbarre,sorridenti e dietro ci sono alcune righe di ringraziamento “da parte di tutti i carcerati”.

Corsi di aggiornamento per gli insegnanti

Durante tutto il mese di Agosto si sono tenuti i corsi di aggiornamento per gli insegnanti.
Sono organizzati dallo Stato per aggiornare i programmi delle varie classi primarie e durano in media una decina di giorni. Ho fatto partecipare tutti gli insegnanti delle nostre scuole(in tre scaglioni),organizzando il trasporto per raggiungere Hell Ville e i pasti, visto che lo stipendio di un insegnante non consente di affrontare tali spese.

Visite oculistiche
 

Proseguono le “mie” visite oculistiche e la consegna degli occhiali da presbite tutti i mercoledì, viste le continue richieste!

Lista degli indigenti

La lista degli indigentiè aumentata, viste le molteplici segnalazioni fatte dai capi villaggio. (Ora sono 180 ). Ed abbiamo aumentato anche il numero degli aventi diritto alla razione settimanale di latte (concentrato per i più piccoli e in polvere per i neonati).

Le scuole per l’anno scolastico 2006-07

Le scuole programmate per il nuovo anno scolastico che erano 35 sono, invece, diventate 45. Il che porterà il totale (per questo anno) al numero di 150. Poi vi farò sapere (stiamo ancora costruendole).

Acquisto di nuovi mezzi di trasporto

Proprio per le continue costruzioni e per il prezzo sempre più alto per il trasporto, non mi sono lasciata sfuggire l’occasione di un Fiorino(rosso e che ha già 2 paperi gialli enormi disegnati sul cofano) e di un Trattore(che sta già lavorando da mattina a sera).La nostra Associazione possiede ora 2 mezzi di trasporto nuovi!

A presto Carissimi Amici, un Grazie speciale da tutti i coloro a cui donate il vostro affettuoso sostegno, me per prima, con il quale tutte queste opere umanitarie possono essere realizzate.
Siete nel loro e mio cuore,

Manina.

 

Le Lettere di Manina, Nosy be 4 Luglio 2006

Carissimi Amici: aggiornamento mese di giugno.

Abbiamo cominciato con l’estrazione dei denti cariati ai bambini della scuola di Ambondrona, in collaborazione con i Lyons malgasci, come ogni anno.
E’ incredibile vedere come quei bambini, dai 3, 4, 5 anni della scuola materna fino ai più grandi di 8, 9 anni, si mettano lì in fila, tranquilli. Il medico chiede: “dove ti fa male?” e il piccolino, seduto, indica con il dito il dente. Il dottore osserva, poi prende l’iniezione preparata con l’anestesia, il piccolo resta con la bocca aperta per l’iniezione. Dopo alcuni minuti l’estrazione. Un dente o due (purtroppo ne hanno molti cariati per malnutrizione) finisce in un secchio. Il dottore gli mette un poco di ovatta in bocca. Il bambino tranquillo (nessuno ha mai pianto) si alza dalla sedia e va a prendere il suo paracetamolo o l’antinfammatorio, dipende, lo spazzolino ed i dentifricio, che ha come premio, e se ne va felice.

Giugno grande novità! In preparazione del 26 giugno, festa nazionale, infatti, con il fokontany (capovillaggio) abbiamo organizzato nel nostro villaggio per 3 giorni (23, 24 e 25 giugno.) incontri di calcio e di basket e nel tardo pomeriggio, serata musicale.
Finora tutti (chi poteva, cioè pochi) dovevano andare in città (Hell Ville) con il taxi, per assistere in piazza a canti e danze del posto.Questo anno invece, les equipes di calcio e di basket sono venute da tutti i villaggi vicini e da Hell Ville per giocare sui nostri campi, con la presenza di 4 arbitri ufficiali e la “sécurité” perchè tra le squadre c’erano anche quelle della Polizia e della Gendarmerie (che hanno perso).

Domenica 25 giugno In mattinata, inaugurazione della scuola di Ambondrona con le autorità che hanno assistito anche alla finale di calcio (vinta dalla nostra squadra).
Nel primo pomeriggio,finale di basket.(La nostra squadra ha perso, con due punti di scarto e con contestazione dell’arbitro che veniva da Hell Ville)
In serata, come nelle sere precedenti, un complesso musicale ha suonato su di un palco (preparato in fretta e furia 3 giorni prima) e premiazione delle squadre vincenti. Le squadre finaliste hanno ricevuto completi di calcio e palloni sia di calcio che di basket. La TV locale ha filmato il tutto.(v.foto)
(DA RIDERE O DA PIANGERE)Un ragazzo del mio villaggio aveva giocato a basket senza scarpe, con i soli calzettoni che chiaramente si sono bucati a metà partita (ieri gli ho dato un paio di scarpe nuove).
Nella partita di calcio invece, un ragazzo giocava con la scarpa destra e un altro con la sinistra (non ancora ho comprato le scarpe, ma presto lo farò).

Lunedì 26 giugno FESTA DELL’INDIPENDENZA NAZIONALE
A Hell Ville defilè dei nostri bambini. Anche questo anno più di 300 bambini Tsaiky Tsara hanno invaso le strade della città.

30 giugno: Distribuzione delle pagelle in tutte le scuole in presenza dei genitori. I premi sempre ai primi 3 più bravi e all’ultimo come consolazione.(v.foto)
Quest’anno per la prima volta con mia grande sorpresa, gli alunni con i genitori hanno portato dei doni per me, per ringraziarmi della possibilità che ho dato loro di andare a scuola gratuitamente. (Una donna aveva ben 6 figli nelle mie scuole)
Ho avuto così decine e decine di banane, papaye, uova, cocco, dolci fatti con banane fritte, ananas.(v. foto.)
Il 30 giugno risultato degli esami dei bambini di quinta elementare.
Per il secondo anno i nostri bambini hanno ottenuto il risultato migliore rispetto alle scuole private e alle scuole pubbliche!!!!!

COMMENTO (piccola confessione)
Di fronte alla fame che si soffre qui, alle malattie che si devono affrontare, dalla tubercolosi alla malaria, di fronte alla mancanza di scuole e di ospedali, non avevo mai dato importanza allo sport o alla musica.
Mi sono felicemente sorpresa nel vedere la felicità di quei ragazzi che giocavano a pallone e della gente che tifava intorno al campo.
La sera le donne con i piccoli al seno guardavano felici i bambini più grandi che danzavano davanti al palco e cantavano con i musicisti.

E’ bello vedere i bambini a scuola, è bello vedere i malati guarire, è bello vedere gli anziani ringiovanire, ma è altrettanto bello vedere questa povera gente ridere, battere le mani e danzare.
La sera, quando tutti cantavano e danzavano, mi sono commossa nel vedere quante persone erano felici lì, in quel momento, quella sera.
Un mio affettuoso saluto a tutti voi. 

LA REGINA DEI BAMBINI.

MANINA

Le Lettere di Manina Nosy Be, 4 Giugno 2006

Carissimi amici,

è trascorso un mese dal mio rientro dall’Italia. Siamo stati quasi sempre senza corrente, il mio gruppo elettrogeno l’ho trovato rotto e ancora lo devono aggiustare. Quindi dalle 17,30 con i lumi a petrolio o le candele, di conseguenza anche senza acqua, perchè chiaramente il motore, che la porta in casa, senza corrente non può funzionare! Speriamo che la situazione cambi! Comunque ho lavorato!
Vi aggiorno sul lavoro svolto in questo mese.

Rifacimento del tetto di 5 scuole.Alcune avevano il tetto vecchio da rifare, ma altre addirittura un buco nel tetto e la sera la pioggia bagnava i banchi, ma nessuno diceva niente. Qui tutto è normale! Cis problem!
50 banchi nuovi sostituiti nelle classi.Ho trovato bambini seduti, che scrivevano sulle ginocchia. Nessuna maestra si era preoccupata di avvertire i responsabili. Cis problem!

Aperto un pozzo e costruite due toilettes per la scuola di Ambondrona. Fatto 3 ponticelli per passare sul canale di acqua, che passa davanti alla scuola.
Riabilitazione totale del campo di Basket , il pavimento di cemento, con nuovi pali di sostegno per i cesti, più le panche per gli spettatori. A tra poco l’inaugurazione.
Elettricità al villaggio di Adampy. Erano anni che questo villaggio chiedeva l’elettricità. La Jirama (Enel) chiedeva centinaia di milioni. Mi sono accordata con una Vazha, che aveva già pagato la Jirama (ha voluto 2.000 euro da me) per permettere alla popolazione di collegarsi al suo palo della luce. La Jirama non ha potuto dire niente, perchè è così la legge di qua!! Un grande problema risolto!
Toilettes pubbliche : svuotate fosse settiche sia ad Dar es Salam che ad Ambatoloaka! Aperti vicino alle fosse settiche altri due puisard, ossia altri due pozzi perdenti.

Speriamo così di aver risolto per un pò i problemi delle toilettes!!
Visita ai bambini con due oculiste francesi. Una settimana di visite. Appartengono al Rotary. Ora mi hanno scritto dalla Francia, stanno preparando gli occhiali. Torneranno a settembre con gli occhiali. Io nel frattempo continuo a dare gli occhiali da presbite ogni venerdì pomeriggio!(una cinquantina al giorno). Meno male che sono diventata veramente esperta. Le donne infilano l’ago e gli uomini leggono il giornale. Poi.un bellissimo sorriso: ci vedo chiaro!! (in malgascio logicamente!)

Comprato nuovo gruppo elettrogeno per il dispensario. Un nostro socio mi aveva dato in Italia 500 euro per comprare il gruppo. Detto fatto!
Distribuito il 10 maggio il riso a 160 famiglie. Come tutti i mesi abbiamo dato ad ogni indigente 10 chili di riso. Come vedete il numero aumenta sempre! Ma non sapete come sono magri!! E’ veramente una bella cosa pensare che per un pò, possono mangiare! Problema a noi sconosciuto.
Perciò ringrazio veramente ognuno di voi, che col suo contributo mi permette di continuare a fare del bene a questa povera gente!!
Il mio affettuoso saluto a tutti voi.
La regina dei bambini. Manina

COME AIUTARE L’ASSOCIAZIONE:

  • libera donazione
  • quota annuale (Euro 100)

Al San Paolo Banco di Napoli ag.11. Via dei Mille.n.20, Napoli 80121
ccn.1000/3230. (ABI 01010. CAB.03411. CIN.K) intestato a “I BAMBINI DI MANINA DEL MADAGASCAR”
Specificando il vostro nome, cognome e indirizzo, in modo da darmi la possibilitá di ringraziarvi di persona e di farvi inviare il tesserino.
Il mio affettuoso saluto a tutti voi.
LA REGINA DEI BAMBINI
MANINA

Newsletter

Resta sempre aggiornato.








    Effettua una donazione

    IBAN

    IT 11W0306909606100000104159

    CODICE FISCALE

    97419350588

    info@bambinidimanina.net

    +(39) 333 8655053

    Sede legale:
    Via Virgilio 38, 00193 Roma

    Aiutami a raccogliere fondi per intraprendere nuovi progetti di solidarietà e rendere più agevole il mantenimento delle attività esistenti, per partecipare ad iniziative di beneficenza già avviate. 

    Seguici anche su

    2022 – Associazione Onlus in Africa I Bambini di Manina del Madagascar

    Creato con amore da Brain Computing SpA