Le Lettere di Manina Nosy Be, Ottobre 2005

Carissimi amici,

vi ricordo che é giusto un anno che é nata l’Associazione:
“I BAMBINI DI MANINA DEL MADAGASCAR”
Vi riassumo e vi aggiorno sulla situazione.

PER QUANTO ATTIENE ALL’ISTRUZIONE SCOLASTICA

Le scuole sono diventate 100 e accolgono ormai circa 6.000 bambini! Ci lavorano 120 persone. 19 scuole, tra materne ed elementari, sono sulla Grande Terre.
Le scuole “Tsaiky Tsara” (pron. Cechi ciara”), cioé “bambini buoni”, sono le uniche a cui tutti i bambini possono accedere, perché non si paga né l’iscrizione, né la retta scolastica e tutto il materiale didattico viene fornito gratuitamente. Sono state registrate ed autorizzate dalla Circoscrizione scolastica, come scuole “comunitarie”, cioé costruite ed organizzate dalla comunitá, dal villaggio. Sorgono quasi tutte su terreno demaniale, seguono il programma nazionale, perció sono dei Malgasci e resteranno ai Malgasci.(anche se tutti sanno che sono io a costruirle e a pagare i prof etc etc)
Quest’anno scolastico 2005- 2006, lo Stato malgascio ha preso “en charge” 22 professori delle scuole “Cechi Ciara”, cioé lo Stato pagherá 22 professori delle nostre scuole!! E’ un grande riconoscimento ed é una cosa molto importante, perché é quanto mi sono sempre augurata per il futuro: che lo Stato avrebbe assorbito un poco alla volta le nostre scuole “comunitarie”, per aiutare la gente del villaggio. E’ solo l’inizio!
I nostri bambini della quinta elementare (primo anno di esame) sono risultati i migliori, come percentuale di promossi, (quasi il 100\100), poi quelli della scuola pubblica e poi quelli della privata! 22 sono andati alle Scuole Superiori Pubbliche e per agevolare le famiglie (che avrebbero dovuto pagare una forte iscrizione), mi sono accordata col Direttore e siamo noi a pagare un professore per tutto l’anno.

Ho aperto un CORSO DI ELETTRICISTA.
 

Il Corso durerá un anno. Il professore é bravissimo. C’é la parte teorica (Disegno elettr.,elettrotecnica, tecnologia,). e quella pratica (istallazioni elettriche.) Abbiamo fermato le iscrizioni a 24 alunni,(che vengono un pó da tutta l’isola con la bicicletta.) Gli alunni devono essere forniti del diploma di scuola elementare.

LA MAISON DE REPOS

Sette anziani hanno trovato un alloggio sicuro, un letto e un pasto assicurato tutti i giorni. Una donna si occupa della pulizia della casa, della cucina e della biancheria
Mangiando e dormendo bene, sono ringiovaniti e sempre allegri. Quando vengono da me, mi chiedo “ma dove sono i miei vecchi?”

LISTA DEGLI INDIGENTI

Le famiglie a cui diamo il riso ogni mese sono diventate 155.
Il 10 di ogni mese, ogni indigente (in genere é un anziano, o una donna sola con molti bambini) riceve 10 chili di riso. In quell’occasione approfitto per dar loro anche qualche capo di abbigliamento. Non dimenticate che a Nosy Be, famosa isola turistica, c’é ancora chi muore di fame! Cerco di salvare chi posso.
Quest’anno, d’accordo col Comune, ogni indigente avrá un tesserino(li stiamo riempendo), col quale potrá essere ricoverato all’ ospedale della cittá e curato senza pagare le spese.E´un grande passo in avanti!

LA SITUAZIONE SANITARIA

Il nostro ambulatorio- dispensario visita in media 70 persone al giorno. La visita costa 20cent di euro e i medicinali sono gratuiti. Vengono da tutta l’isola. Le medicazioni e le iniezioni non si pagano. Gli indigenti, i bambini cechi ciara e le maestre hanno un carnet

Le Lettere di Manina Nosy Be, 24 Maggio 2005

Carissimi soci,

E’ trascorso giusto un mese dal mio ritorno a Nosy-Be.
Per quanto avessi lasciato tutto ben organizzato, c’è stato subito tantissimo da fare:
facendo il giro delle scuole ho trovato molte recinzioni cadute o “scomparse” (il legno era stato usato per cucinare); anche le nuove toilettes pubbliche, che avevo lasciato finite e, pensavo, perfettamente funzionanti, mi hanno dato molto lavoro: per quella a Dar er Salam si è dovuto aggiungere un nuovo pozzo perdente, mentre quella di Ambatoloaka ha richiesto l’installazione di uno “chateau d’eau” perchè l’acqua del pozzo non era sufficiente e soltanto oggi abbiamo messo in funzione il motore.
Sono anche andata alla Gran Terre per controllare le 4 scuole di Ambanja: non vi descrivo la strada dissestata che ho dovuto percorrere, un vero “Camel Trophy” (quasi 3 ore per fare meno di 50Km).
Indescrivibile anche lo stato delle scuole, perciò ho deciso di costruirne delle nuove; nel frattempo altri 4 villaggi, abitati da gente veramente povera, hanno richiesto una scuola materna per i loro piccoli.
Inoltre qui a Dar er Salam ho iniziato a far pulire un terreno (che era ridotto a discarica a cielo aperto) perchè i ragazzi mi avevano richiesto un campo da basket; ho preso così due piccioni con una fava: ho ripulito e bonificato un luogo fetido vicino alla scuola ed ho dato ai ragazzi la possibilità di praticare uno sport.
Il giorno dieci, come tutti i mesi, c’è stata la distribuzione del riso agli indigenti, di cui peraltro è aumentato il numero: ora siamo a quota 110 famiglie! Molti anche i malati a cui ho garantito il ricovero in ospedale e le operazioni necessarie; anche questi costi sono notevolmente aumentati.
Prima del mio arrivo una donna che doveva partorire ha atteso per 3 giorni che le praticassero il parto cesareo (rischiando di morire sia lei che il piccolo) perchè il medico si rifiutava di operarla se non veniva pagato in anticipo; per fortuna sono arrivata in tempo, ho pagato l’operazione . ed ora mamma e bambino stanno bene.
In vista della fine dell’anno scolastico, la settimana scorsa è stato fatto un pre-esame per le quinte elementari tra tutte le scuole dei tre villaggi (Dar er Salam, Ambatoloaka e Madiro Kely). Gli alunni delle nostre scuole “Tsaiky tsara” sono risultati i migliori: 8 tra i primi 10 e 18 tra i primi 20!!!
Questi scolari così meritevoli sono stati premiati, ciascuno con due camicie nuove: tutti felicissimi!
Il 26 giugno, festa nazionale dell’indipendenza del Madagascar, i nostri allievi parteciperanno alla sfilata che si terrà a Hell-Ville: per questa occasione speciale sto facendo preparare nuove bluse rosse e blu (che poi naturalmente i bambini indosseranno tutti i giorni per frequentare la scuola).
Vi do appuntamento al prossimo aggiornamento (fra circa tre mesi).
Vi ringrazio per quanto avete fatto finora e vi ricordo come aiutare l’associazione:

    • libera donazione
    • quota annuale (Euro 100)

al San Paolo Banco di Napoli ag 11 . Via dei Mille. n.20, Napoli 80121
ccn.1000/3230. (ABI 01010. CAB 03411 CIN.K)
intestato a “I Bambini di Manina del Madagascar”
Il mio affettuoso saluto a tutti voi.
Manina

Le Lettere di Manina Nosy Be, 10 Febbraio 2005

Carissimi soci,

sono passati tre mesi dall’ultimo aggiornamento e l’Associazione “I BAMBINI DI MANINA DEL MADAGASCAR” . continua il suo lavoro.
Vi aggiorno brevemente sulla situazione.

A fine Dicembre c’è stata l’inaugurazione della biblioteca pubblica ad “ADAMPY”sulla strada del cratere. Ci sono centinaia di libri in lingua francese, dai libri per bambini, con favole e immagini a quelli per gli adulti, enciclopedie… ci sono romanzi e libri di scuola, di grammatica francese e di matematica, scienze, storia e geografia, per elementari e per liceo. La biblioteca è aperta il mercoledì pomeriggio, il venerdì pomeriggio e il sabato tutta la giornata. L’utente che prende il libro deve portare una carta di riconoscimento, gli allievi scrivono da quale scuola e classe provengono, e firmano. Il libro va restituito dopo una settimana. Finora abbiamo una cinquantina di utenti provenienti da tutta l’isola e da tutte le scuole. Anche dalla città e dalle scuole private (di frati e suore), perché è l’unica biblioteca dell’isola aperta al pubblico e gratuita.
A Gennaio ho iniziato i lavori per le toilettes pubbliche. La necessità di toilettes mi era apparsa evidente appena arrivata a Nosy Be, ma poi ho cominciato a fare le scuole… ora sono contentissima di aver ripreso questo discorso.
A Febbraio c’è stata l’inaugurazione delle toilettes, con l’intervento del sottoprefetto, del sindaco e del deputato.
Sono due corpi di toilettes, uno a Dar es Salam, l’altro ad Ambatoloaka. Ci sono 4 gabinetti alla turca, una doccia e un lavabo, per ogni corpo.

La scuola “TSAIKI TSARA” ha ricevuto quest’anno il tableau d’honneur.

Per decreto del 24 agosto del presidente della repubblica sono stata nominata “CHEVALIER” de l’Ordre Nationale de la Republique de Madagascar
E’ un riconoscimento molto importante, che viene dato molto raramente agli stranieri.
Il resto delle attività riguardanti l’istruzione scolastica, l’assistenza sanitaria e sociale proseguono ininterrottamente.
Vi ringrazio per quanto avete fatto finora e vi ricordo come aiutare l’associazione:

    • libera donazione
    • quota annuale (Euro 100)

al San Paolo Banco di Napoli ag 11 . Via dei Mille. n.20, Napoli 80121
ccn.1000/3230. (ABI 01010. CAB 03411 CIN.K)
intestato a “I Bambini di Manina del Madagascar”
Riceverete un tesserino e sarete aggiornati sulle attività dell’associazione.
Vi saluto affettuosamente.
MANINA